Consulenza Legale vittime di incidenti stradali

Incidenti stradali

Salient

Consulenza Legale vittime di incidenti stradali

Salient

Medici Legali

Siamo un gruppo di professionisti che si occupano di incdentistica stradale

Costi

I nostri servizi legali e medici vengono pagati in base ai risultati conseguiti e solo dopo aver ottenuto il risarcimento. Per questo, prestiamo particolare attenzione ai casi che ci vengono proposti.

Risultati

Considerando che il nostro lavoro viene pagato a raggiungimento del rimborso siamo molto attenti al caso e accettiamo solo casi gravi

Consulenza legale fondo vittime della strada

La consulenza legale relativa al fondo vittime della strada è uno degli aspetti del nostro lavoro a cui teniamo maggiormente. La nostra società, infatti, è vicina a tutti coloro che hanno avuto la sfortuna di incontrare sul loro cammino un pirata della strada oppure un veicolo in circolazione senza la copertura assicurativa. Benché se ne parli da tempi relativamente recenti, in realtà il fondo di garanzia per le vittime della strada non è stato istituito recentemente ma è una misura in vigore fin dal 1969, introdotto dalla legge 990/69, che è stata poi abrogata con l’introduzione del Codice delle Assicurazioni Private. E’ attiva dal 1971 e oggi ha un’importanza crescente per merito della presa di coscienza dei danneggiati ma, soprattutto, per merito della grandissima opera di sensibilizzazione e promozione di questo strumento, quasi sconosciuto fino a pochi anni fa. La nostra attività di consulenza legale per il fondo vittime della strada si occupa di svolgere tutte le pratiche burocratiche specifiche per fare in modo che i danneggiati possano giungere all’ottenimento di un risarcimento giusto e congruo in merito al danno subito. A tal proposito, infatti, mettiamo a disposizione dei nostri assistiti una squadra di professionisti di primo livello composta da medici legali, periti e avvocati che lavorano in stretta coordinazione tra loro per raccogliere tutto il materiale necessario, le prove e la documentazione adeguata per accedere al fondo. Il nostro impegno in tal senso è massimo, perché chi per sua sfortuna incrocia un disonesto che non presta soccorso e a seguito del sinistro scappa rendendosi irriconoscibile e irreperibile, oppure viaggia senza l’adeguata copertura assicurativa, non può essere lasciato al suo destino ma è meritevole di ottenere un risarcimento congruo. Così come quando ci occupiamo di incidenti in cui le due parti sono riconoscibili, anche nella fattispecie di incidenti in cui una parte è sconosciuta, la nostra filosofia aziendale non ritiene opportuno che i nostri assistiti debbano sopportare anche l’onere dei costi di avviamento delle pratiche burocratiche: ci facciamo carico di tutto noi fino alla conclusione del procedimento e tratteniamo, come corrispettivo, una percentuale minima del risarcimento ottenuto. Ovviamente, ci impegniamo al limite delle nostre possibilità esclusivamente nel caso in cui il sinistro sia dimostrabile: questo ci permette di concentrarci completamente sulle nostre pratiche, offrendo il massimo della serietà e della copertura per ogni situazione.

Grazie alla nostra consulenza legale per accedere al fondo vittime della strada, abbiamo aiutato tantissime persone a ottenere un risarcimento anche quando altre società avevano loro prospettato scenari non rosei. Il fondo di garanzia per le vittime della strada è gestito da CONSAP S.p.A. ed è supervisionato dal Ministero per le attività produttive. E’ un fondo che viene finanziato dai versamenti che tutte le agenzie di assicurazioni che operano sul territorio italiano sono tenute obbligatoriamente a effettuare. La somma da versare al CONSAP si determina sulla base dei contratti di assicurazione stipulati: nello specifico, per ciascun contratto che ogni agenzia stipula, una parte è destinata al fondo di garanzia per le vittime della strada. Quindi, in parole povere, sono gli stessi automobilisti che pagano per avere questa sicurezza in caso di eventuali problemi con sinistri particolari. Ci teniamo a specificare un aspetto che a molti non è particolarmente chiaro in merito all’accesso al fondo: la nostra consulenza legale per il fondo vittime della strada viene erogata esclusivamente se nel sinistro si sono verificati danni gravi alla persona. Non è una nostra scelta ma è il meccanismo di funzionamento di questo fondo, che non prevede il risarcimento nell’eventualità in cui i danni siano limitati al veicolo e non anche alle persone coinvolte.
Chi si rivolge a noi per un incidente con un veicolo non identificato dev’essere consapevole del fatto che la franchigia per l’accesso al fondo è di 500 euro: al di sotto di questa stima di danno non può essere erogato nessun risarcimento. Ovviamente, prima di dare certezze ai nostri assistiti effettuiamo tutti i controlli e le perizie del caso per verificare quale sia l’entità del danno subito e quali possono essere le strade da percorrere per l’indennità. C’è un’altra fattispecie sconosciuta ai più per la quale noi offriamo la consulenza legale per il fondo vittime della strada, ed è quella in cui il veicolo viene illegittimamente sottratto al suo proprietario (furto); ebbene sì, quando un veicolo rubato causa danni a terze persone o a cose, il suo legittimo proprietario può essere tutelato dal fondo di garanzia per le vittime della strada. Ci sono dei limiti che si devono rispettare per la valutazione del danno e della sua entità. In questa eventualità il proprietario del veicolo viene sollevato completamente da ogni responsabilità in merito a danni a terze persone (non presenti a bordo oppure trasportate senza il loro consenso) e a cose, ma è suo l’onere di dimostrare che il veicolo circolava senza il suo consenso, quindi che è stato vittima di un furto. I nostri avvocati e periti valutano con estrema attenzione tale elemento prima di acquisire un procedimento di questo tipo, perché vogliamo essere certi che si tratti di un caso fondato. E’ lapalissiano sottolineare che se il responsabile del furto subisce un danno durante la sua azione illecita mentre è alla guida del veicolo rubato (oppure lo subisce chi è a bordo con lui consapevole dell’atto illegale) non è meritevole di nessuna copertura assicurativa del fondo di garanzia vittime della strada.

La nostra società è particolarmente sensibile al disagio provocato da un sinistro in cui il responsabile non si ferma per il riconoscimento ed è per questo motivo che per la consulenza legale del fondo vittime della strada mettiamo in campo i nostri migliori elementi. Per gli incidenti con i cosiddetti pirati della strada, i massimali dei rimborsi sono stati aggiornati nel 2017 e con l’attuale regolamentazione prevedono un tetto di 6.070.000 euro per i danni alle persone per ogni singolo incidente e di 1.220.000 euro per danni alle cose. Gli assistiti che si rivolgono a noi per accedere al fondo di garanzia si affidano alla professionalità dei nostri esperti, che nel momento in cui accertano l’autenticità del caso, si muovono immediatamente per fornir la consulenza legale specifica per il fondo vittime della strada. Dopo l’acquisizione della documentazione e della perizia degli esperti, gli atti vengono inoltrati alla compagnia di assicurazione competente sul territorio, nominata dal CONSAP e responsabile di tutte le pratiche inerenti all’accesso al fondo garanzia per le vittime della strada. La compagnia assicuratrice incaricata di seguire il caso deve fornirci una risposta entro 60 giorni dal ricevimento della pratica ed è nostra premura fare in modo che i tempi vengano rispettati: da parte nostra ci impegniamo affinché fin da subito l’assicurazione entri in possesso dei documenti inconfutabili circa l’effettivo avvenimento del sinistro denunciato e l’entità dei danni subiti, perché il nostro obiettivo è il riconoscimento del giusto risarcimento e non di una somma forfettaria che non prende in considerazione la gravità delle lesioni, come spesso avviene in questi casi.

Incidenti stradali con decesso

La normativa sull’incidente stradale con decesso La normativa che riguarda gli incidenti stradali con decesso è entrata in vigore il 25 marzo 2016, dopo essere stata pubblicata due giorni prima, il 23 marzo, sulla Gazzetta Ufficiale. Stiamo parlando della legge n. 41 intitolata “Introduzione del reato di omicidio stradale e del reato di lesioni personali stradali, nonché disposizioni di coordinamento al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e al decreto legislativo 28 agosto 2000, n. 274”.

Incidenti stradali con decesso

Incidenti stradali causati da animali

Non è raro il caso in cui si resti vittima di incidenti stradali causati da animali. L’argomento è spesso balzato agli onori della cronaca, parlando di ripopolamento faunistico di alcune zone d’Italia e in ambito di discussioni riguardanti l’eticità o meno della caccia. Alcuni animali selvatici, colonizzati in zone rurali adiacenti a strade a scorrimento veloce, possono, soprattutto di notte, invadere la carreggiata e provocare incidenti.

Incidenti stradali causati da animali

Incidenti stradali con danni gravi

Chi è stato vittima di un incidente stradale conosce bene le difficoltà che si possono incontrare quando si è vittima di danni. La burocrazia italiana è molto intricata in tal senso e ha tempi piuttosto lunghi e, inoltre, richiede il pagamento di alcune spese per avviare le pratiche istruttorie relative all’accertamento del danno. Qualcuno potrebbe dire, quindi, che oltre al danno (spesso grave) chi è vittima di un incidente stradale venga anche beffato dall’ordinamento ma non è così o, per lo meno, non del tutto.

Incidenti stradali con danni gravi

Sinistri causati dalla cattiva manutenzione

Il discorso dei sinistri causati dalla cattiva manutenzione delle strade è ampio e impervio. Esiste una specifica legge, nella fattispecie l’articolo 2043 del Codice Civile, che imputa all’Ente Gestore delle strade la colpa di tutti i sinistri avvenuti a causa di negligenze su manutenzione e sicurezza. Tuttavia, la maggior parte delle dinamiche dei sinistri offre scenari interpretativi, che portano gli Enti Gestori a scagionarsi, trovando cause o concause dell’incidente fuori dalla loro responsabilità.

Sinistri causati dalla cattiva manutenzione delle strade

Rogan

Rogan Srls - P.Iva 02949240549

Indirizzo

PO-LDN 123
Via Settevalli 131/C Perugia 06132

Orari

Monday - Friday
Lunedi - Venerdi
09:00 - 17:00
09:00 - 19:00